8 febbraio , giornata contro la tratta: la denuncia di suor Eugenia Bonetti

Giornata mondiale

Tratta: suor Bonetti su “Vita Pastorale”, il 90% dei “clienti” sono cattolici

 

“Sono i consumatori, i clienti (per il 90% cattolici), che sostengono e alimentano la tratta e gli ingenti guadagni dei trafficanti”. A denunciarlo è suor Eugenia Bonetti, missionaria della Consolata, responsabile Usmi dell’Ufficio tratta di persone, in occasione della terza Giornata mondiale contro la tratta delle persone, che si celebra domani, 8 febbraio, memoria di santa Giuseppina Bakhita. In un articolo, pubblicato sul numero di febbraio di “Vita Pastorale”, dal titolo “Contro le nuove forme. Donne e minori, sfruttati e umiliati, per la richiesta di sesso a pagamento, sulle strade della nostra cattolicissima Italia”, la religiosa ricorda la genesi della Giornata, proposta al Papa all’indomani delle parole pronunciate nel suo primo messaggio Urbi et Orbi, in cui Francesco aveva definito la tratta di persone “la schiavitù più estesa di questo ventunesimo secolo”. Celebrata per la prima volta l’8 febbraio del 2016, la Giornata di domani si pone come obiettivo quello di “spezzare, una volta e per sempre, gli anelli di tale schiavitù moderna, che ha al suo attivo migliaia di vittime anche nel nostro Paese considerato cattolico”.

Questa voce è stata pubblicata in Documenti NSC. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *