Noi Siamo Chiesa apprezza le dimissioni del papa

                                  Comunicato stampa

Apprezzamento per le dimissioni di Benedetto XVI. Si è superato l’immobilismo: il vescovo di Roma è vescovo tra gli altri vescovi. E’ necessario un nuovo corso nella Chiesa.

“Noi Siamo Chiesa” (NSC), dopo la  sorpresa e l’iniziale disorientamento per la notizia delle dimissioni di Benedetto XVI, esprime il suo vivo apprezzamento per la decisione del papa. La possibilità di dimissioni era stata più volte in passato auspicata dal nostro movimento insieme all’International Movement We Are Church, nella fase finale della  malattia di Giovanni Paolo II. Con esse si evita il pericolo di avere una Chiesa gestita di fatto da persone che parlano e decidono in nome del papa non più capace di esercitare le sue funzioni. E si demitizza la figura del papa, da una parte  vista  nell’umanità del suo vissuto di uomo, dall’altra  considerata come quella di un vescovo tra gli altri vescovi anche se con il compito di essere segno di unità per la comunità dei credenti nell’Evangelo di Gesù. Il tradizionale immobilismo delle norme e delle prassi nella Chiesa Cattolica è stato, in questo caso, positivamente superato. NSC auspica che si vada coraggiosamente e progressivamente in questa direzione anche in altre questioni, a partire dalla modifica della composizione del collegio elettorale del vescovo di Roma perché sia più rappresentativo della ricca e pluralistica realtà di tutto il popolo di Dio.

La decisione di Benedetto XVI fa anche riferimento alla situazione  in cui si trova attualmente la Chiesa davanti ai grandi cambiamenti sullo scenario delle culture emergenti, dei rapporti tra le  religioni e  tra i popoli. Questa consapevolezza ci sembra un fatto positivo. “Noi Siamo Chiesa” nei prossimi giorni esprimerà le proprie opinioni  sul pontificato di papa Ratzinger e sul nuovo corso che auspichiamo  il Conclave sappia avviare.

Roma, 11 febbraio 2013                                                 NOI SIAMO CHIESA

Questa voce è stata pubblicata in Documenti NSC. Contrassegna il permalink.

4 Responses to Noi Siamo Chiesa apprezza le dimissioni del papa

  1. Pingback: Cdb - Comunità cristiane di base in Italia

  2. Sorpresa, rispetto, speranze di novità… Non c’è dubbio. Ma anche attenzione a possibili manovre (più o meno consapevoli) di conservazione ed ipoteca sul futuro della Chiesa da parte dell’attuale blocco di potere, con un “ex-papa” che potrebbe pesare come un macigno. Sarebbe ben peggio di una occasione persa…

  3. Diana scrive:

    Condivido queste valutazioni.

  4. vitaliano scrive:

    Questo Papa per sua incapacità e fragilità ha fallito ed è più ciò che NON è stato capace di fare, di quanto lui dica di aver fatto. La Chiesa vuole un Pastore per condurla, non un “professore di teologia” INOLTRE, proprio sulla sua capacità di teologo avanzo peraltro forti riserve, invitando a distinguere. Infatti, così come un insegnante di materie scientifiche NON è da ritenersi solo per questo uno scienziato, anche un docente di teologia NON è solo per questo un teologo. Osservo che la sua rinuncia tuttavia è un bene per la Chiesa , anche se forse avrebbe dovuto farla molto prima dell’11 febbraio 2013. DIREI che le sue dimissioni siano l’unica e vera cosa buona che ha fatto, destinata a sopravvivergli nella memoria. Prego per un Papa “Nuovo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.