Il ramo d’ulivo, invito alla pace



"Il ramo d’ulivo,
invito alla pace"

L’accorato appello di Pax Christi

Dopo aver
proposto agli enti locali (comuni, circoscrizioni, comunità montane, province e
regioni) l’iniziativa "Mille Città per fermare la guerra", Pax
Christi Italia vuole rivolgere alle comunità cristiane che celebrano la Domenica degli Ulivi un
pressante accorato appello.
La Settimana Santa si apre quest’anno nel
segno della Passione per tanta sofferenza e distruzione che vediamo in regioni
a noi vicine, in un clima di crescente preoccupazione per l’aumento della
violenza e per le prospettive sempre più inquietanti.

Al di là e al
di sopra di tante parole che sentiamo in questi giorni, che pure contengono
qualche aspetto di verità, resta il fatto che la guerra è una sconfitta per l’umanità
perché soffoca l’anelito profondo del suo cuore e si arrende al prevalere della
forza sulla ragione; ma per i credenti, i cristiani in particolare, è infedeltà
alla parola del Signore che sentiremo risuonare in questi giorni: "rimetti
la spada nel fodero, perché quelli che mettono mano alla spada periranno di
spada" (Matteo 26,32).

Di fronte
all’aggravarsi della situazione, constatando il fallimento di tanti sforzi ed
iniziative umane, e sperimentando la nostra drammatica impotenza, Pax Christi
invita i credenti ad una fervida insistente invocazione al Signore, il Dio
della Pace, per questo dono grande e necessario; ed insieme a far sentire la
loro voce, forte, corale, unendola a quella del Santo Padre, perché si fermi
subito questa spirale di violenza e si ritorni alla forza della ragione
attraverso i mezzi e gli strumenti che le organizzazioni internazionali ancora
possono offrire.

La Domenica degli Ulivi offre
occasione privilegiata e preziosa: il ramo di ulivo che terremo in mano diventi
invito alla preghiera e appello di riconciliazione e di pace.

(da
l’"Avvenire" 28 Marzo 1999)

 

Questa voce è stata pubblicata in Ecumenismo, Pace e Giustizia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.