Burrasche? Vaticane?

S. Magister pubblica l’8 febbraio un riepilogo della dura polemica che sarebbe stata suscitata all’interno della Pontificia Accademia per la Vita dalla posizione del suo presidnete, mons. Rino Fisichella, in merito alla bambina di Recife scomunicata dal vescovo perchè incinta a nove anni e decisa ad abortire. Fisichella avrebbe sostenuto una posizione meno rigida del vescovo locale e dunque criticabile. Magister ripercorre la vicenda, dando tutti gli antefatti e ipotizzando una "resa dei conti" alla prossima riunione della Pontificia Accademia.

Qui il link:  http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/1342048?ref=hpchie

Qui titolo e sommario dell’articolo:

Burrasche vaticane. L’accademia per la vita si gioca la testa

Il suo presidente monsignor Fisichella non ha più la fiducia di una parte dei membri. Tutto per un suo articolo su "L’Osservatore Romano" approvato dalla segreteria di Stato. La requisitoria dell’accademico Michel Schooyans contro la falsa "compassione" che giustifica tutto.

Qui l’osservazione che facciamo noi: ma non sarà che dietro questa problematica ed il modo di trattarla spunta fuori la confusione in cui sta versando la Curia Romana? A leggere l’articolo di Schooyans citato da Magister che si contrappone a Fisichella, si ha l’impressione che ci si trinceri dietro prese di posizione più o meno dogmatiche senza un serio confronto con le scienze umane, con la psicologia, con la realtà delle persone. E soprattutto senza un vero dibattito. E’ solo l’aborto il problema principale da affrontare oggi?

Questa voce è stata pubblicata in Critica Teologica. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Burrasche? Vaticane?

  1. David scrive:

    it obviously shows that the pritotsute’s use of the condom shows a first step in the direction of a moralization, a first assumption of responsibility, on the way toward recovering an awareness that not everything is allowed and that one cannot do whatever one wants. But it is not really the way to deal with the evil of HIV infection. That can really lie only in a humanization of sexuality. Where did he say that condoms were moral with pritotsutes and HIV patients? Basic Moral teaching 101: Object, intention, circumstance. If one’s evil, it’s evil. How is that so hard to understand?Secondly, I don’t know anyone that would seriously want to use a Pope’s private comment that had nothing to do with Humanae Vitae as a litmus test for defending Humanae Vitae.You’re assuming that only Humanae Vitae needs defended, here in keeping with Church teaching. What about CCC 2370 and 2399? What about Pius IX in 1853? What about Alphonsus Liguori? What about Genesis 38, for goodness sake?Think through you’re arguments more carefully, especially when you’re the one arguing in the affirmative, when there is so much logic, theology, and Church teaching that runs contra your position. In other words, stop assuming Rhonheimer is right, and think a little bit more. A little more exegesis and little less eisegesis, please.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.