Paolo Ricca e Giovanni Cereti: un testo di straordinaria importanza a favore dell’accoglienza eucaristica, a prescindere da differenti opinioni teologiche. Aderisci al documento.

 

La Cena del  Signore

Noi, cristiani di appartenenze, provenienze ed esperienze ecclesiali diverse, tutti in cammino verso il Regno di Dio che in Gesù Cristo si è avvicinato all’umanità e a noi,

convinti che l’unità della Chiesa è da un lato un dono del Signore che dobbiamo ricevere e un suo comandamento a cui dobbiamo ubbidire, e dall’altro è un segno importante di unione che i cristiani devono offrire in un mondo tanto diviso;

avendo constatato attraverso incontri, dialoghi e preghiere comuni di condividere l’essenziale nella fede riguardo alla Cena del Signore  – da alcuni definita  Eucaristia e da altri Santa Cena – e cioè che:

· il Signore è presente nella Cena, che è Lui a presiederla in ogni chiesa e che noi tutti che facciamo parte del suo popolo siamo suoi ospiti, essendo Gesù che ci accoglie alla sua mensa in quanto la Cena è “del Signore” e non delle chiese,

· la comunione che Egli ci dona è unicamente quella del pane, «suo corpo», del vino, «suo sangue», della sua santa Parola e della sua Presenza;

· né Gesù né gli apostoli hanno spiegato il significato esatto da dare alle sue parole durante la Cena né hanno chiarito il modo della  presenza di Cristo Risorto;

· le diverse dottrine che nei secoli passati e ancora oggi hanno cercato di interpretare i gesti, le parole e la presenza stessa di Gesù nella Cena hanno tutte un loro significato e valore ma non sono costitutive della Cena;

· la Cena rappresenta anche un momento di unione fra i cristiani e non può perciò essere occasione di divisione;

· ogni celebrazione della Cena avviene nell’attesa della venuta di Gesù sulla terra,  che invochiamo con l’antica preghiera cristiana «Maranà tha», «Signore nostro, vieni!»;

sulla base di questo consenso liberamente e fraternamente raggiunto riteniamo che sia possibile ad ogni persona cristiana battezzata, in obbedienza alla propria coscienza e rimanendo in piena solidarietà con la propria chiesa, essere accolti come graditi ospiti in ogni mensa cristiana in cui si celebri la Cena del Signore.

 Paolo Ricca, pastore e teologo valdese                                   Giovanni Cereti, prete e teologo cattolico

Co-firmatari: Maria Bonafede, pastora valdese; Daniele Garrone, teologo valdese, Andrea Grillo, teologo cattolico; Lidia Maggi, pastora battista; Carlo Molari, teologo cattolico; Fredo Olivero, prete cattolico; Emmanuele Paschetto, pastore battista; Giuseppe Platone, pastore valdese, Antonietta Potente, teologa cattolica; Felice Scalia,  prete cattolico;  Antonio Squitieri, pastore metodista;   Kirsten Thiele, pastora luterana.

Dichiarazione congiunta rilasciata dai teologi Paolo Ricca e Giovanni Cereti al periodico on line ’Ospitalità Eucaristica’, curato da Margherita Ricciuti (valdese) e  Pietro Urciuoli (cattolico).

Per  aderire al documento, inviare una mail a:  ospitalita.eucaristica@gmail.com specificando: Cognome e Nome – stato laico o religioso – chiesa cristiana di riferimento –  comune  di residenza – indirizzo mail al quale inviare le comunicazioni (che non sarà comunque pubblicato).

Qualora si ritenesse opportuno, è possibile specificare nella mail la richiesta di anonimato per il proprio nome ed  eventualmente per il proprio ordine religioso; la propria adesione in questo caso apparirà quindi soltanto nel totale numerico di quelle che ci perverranno.

Questa voce è stata pubblicata in Documenti NSC. Contrassegna il permalink.

One Response to Paolo Ricca e Giovanni Cereti: un testo di straordinaria importanza a favore dell’accoglienza eucaristica, a prescindere da differenti opinioni teologiche. Aderisci al documento.

  1. fredo olivero scrive:

    Claudio ti ringrazio per l’attenzione alla proposta che ritengo semplice e condivisibile.L’unità dei credeni nei momenti forti è sempre la conferma che si condivide il messaggio evangelico dell’unità nella diversità,nella ricerca del reciproco sostegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.