I cattolici “conciliari” degli USA deplorano l’attacco alla democrazia nei fatti di Capitol Hill e denunciano tutti gli appoggi alla presidenza Trump da parte di vescovi, preti ed elettori cattolici

Tutte le organizzazioni USA per la riforma della Chiesa intervengono sui fatti di Capitol Hill deplorandone la violenza. E denunciano lo scandaloso appoggio alla presidenza Trump di una parte del mondo cattolico, di vescovi e  preti

Noi, Organizzazioni Cattoliche per il Rinnovamento della Chiesa (che fanno parte del COR, Catholics Organisations for Renewal), siamo indignati e condanniamo inequivocabilmente il violento assalto al Campidoglio degli Stati Uniti d’America a cui abbiamo assistito il 6 gennaio 2021. Nello stesso tempo, come cattolici dall’interno della nostra Chiesa, deploriamo la complicità e la partecipazione della comunità cattolica statunitense nel promuovere il clima che ha incoraggiato e reso possibile tale violenza.

Per essere chiari, il caos e la violenza che hanno terrorizzato la nostra nazione mercoledì è stato il risultato diretto e prevedibile di oltre quattro anni di retorica violenta, razzista, xenofoba e misogina del presidente Trump – retorica che molti vescovi statunitensi hanno ripetutamente omesso di nominare e di condannare sia individualmente che collettivamente. Ancora oggi, il presidente della Conferenza dei vescovi cattolici degli Stati Uniti (USCCB) ha rilasciato una tiepida dichiarazione che condanna la violenza, ma non riconosce il ruolo del presidente Trump nell’incoraggiarla o la loro specifica complicità in essa.

Riconosciamo anche che molti nostri confratelli  cattolici hanno sostenuto con fermezza Donald J. Trump durante i suoi quattro anni di presidenza. Alcuni hanno anche partecipato alla sua amministrazione. E quasi la metà degli elettori cattolici ha sostenuto la sua rielezione nel 2020.

Non possiamo ignorare che molti cattolici hanno votato perché influenzati – in parte – da dichiarazioni, lettere e omelie del clero che sono state presentate come insegnamento cattolico. In contrasto con Papa Francesco, la dichiarazione ufficiale dell’USCCB, “Forming Consciences for Faithful Citizenship”, ha posto il contrasto  all’accesso all’aborto e ai diritti LGBTQ ben prima della difesa della vita e della dignità dei più poveri e dei più vulnerabili e inoltre non contrastando gli effetti disastrosi del generale cambiamento climatico  e le ideologie oppressive fondate sulla supremazia dei bianchi  e sul  nazionalismo.

Come popolo di Dio, riaffermiamo il nostro impegno per i valori evangelici della non violenza e dell’amore per il prossimo e preghiamo perché la violenza che abbiamo visto davanti a noi nella Festa dell’Epifania produca una nuova epifania: noi, come membri della comunità cattolica, lavoreremo con sempre maggiore impegno per essere parte di una comunità che costruisce quella pace a cui ci chiama il nostro battesimo. Preghiamo anche per il presidente eletto Joseph R. Biden (un fedele cattolico), per la vicepresidente eletta Kamala Harris e per tutti i senatori e deputati, che abbiamo eletto perché inizino  il loro impegno per guidare la nostra nazione  verso la pacificazione  e la giustizia.

Firmatari:

Call To Action

Catholics for Choice

CORPUS

DignityUSA

FutureChurch

New Ways Ministry

Quixote Center

RAPPORT

Roman Catholic Womenpriests – USA

Southeastern Pennsylvania Women’s Ordination Conference

Women’s Ordination Conference

Washington, 8 gennaio 2021

————————————————————-

Il COR (Catholics Organisations for the Renewall) è una rete delle organizzazioni statunitensi per la riforma della chiesa. Lo scopo è quello di riformare e rinnovare  la Chiesa Cattolica Romana, di costruire una chiesa inclusiva, di portare un mondo di giustizia e pace e di riflettere sulla sacralità di tutto il creato. Il COR lavora in collaborazione per fornire un’autentica voce cattolica, moralmente ispirata su questi temi e coordina progetti che promuovono questi obiettivi.

January 8, 2021

 

We, the undersigned members of Catholic Organizations for Renewal (COR), are outraged by and unequivocally condemn the violent storming of the United States Capitol that we witnessed on January 6, 2021. At the same time, as faithful Catholics, we lament the U.S. Catholic community’s complicity and participation in fostering an environment that encouraged and enabled such violence.

To be clear, the chaos and violence that terrorized our nation on Wednesday was a direct and foreseeable result of more than four years of President Trump’s violent, racist, xenophobic, and misogynistic rhetoric – rhetoric that many U.S. bishops repeatedly failed to name and condemn both individually and collectively. Even now, the president of the United States Conference of Catholic Bishops (USCCB) released a tepid statement that condemns violence but does not acknowledge President Trump’s role in encouraging it or their own complicity in it.

We also recognize that many of our fellow Catholics staunchly supported Donald J. Trump throughout his four years as president. Some even served in the administration. And nearly half of Catholic voters supported his reelection in 2020.

We cannot ignore that many Catholics cast their votes influenced – in part – by statements, letters and sermons from clergy that masqueraded as Catholic teaching. At odds with Pope Francis, the official statement of the USCCB, “Forming Consciences for Faithful Citizenship,” placed opposing abortion access and LGBTQ rights above upholding the lives and dignity of the poor and vulnerable, reversing the disastrous effects of global climate change, and dismantling oppressive ideologies such as white supremacy and nationalism.

 

As a people of faith, we reaffirm our commitment to Gospel values of non-violence and love of neighbor and we pray that the violence that unfolded before us on the Feast of the Epiphany will yield a new epiphany – that we as a Catholic community will work with ever more diligence to become the community of justice-makers that our baptisms call us to. We pray, too, for President-elect Joseph R. Biden (a fellow, faithful Catholic), Vice-President-elect Kamala Harris, and all our elected representatives as they begin the work of leading our nation toward healing and justice.

 

Endorsed by:

Call To Action

Catholics for Choice

CORPUS

DignityUSA

FutureChurch

New Ways Ministry

Quixote Center

RAPPORT

Roman Catholic Womenpriests – USA

Southeastern Pennsylvania Women’s Ordination Conference

Women’s Ordination Conference

Questa voce è stata pubblicata in Documenti NSC. Contrassegna il permalink.

One Response to I cattolici “conciliari” degli USA deplorano l’attacco alla democrazia nei fatti di Capitol Hill e denunciano tutti gli appoggi alla presidenza Trump da parte di vescovi, preti ed elettori cattolici

  1. Paolo Bertagnolli scrive:

    Spesso dimentichiamo o vogliamo dimenticare che anche negli Stati Uniti ci sono cattolici che amano il Concilio Vaticano II, che riconoscono come loro, nostro papa Francesco, a tutti questi cattolici auguro successo e prego perché la scelta per i poveri sia prioritaria, non assistenzialismo, ma condivisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.