Giovanni Bianchi se n’è andato

Giovanni Bianchi.

linea_rossa_740x1Nota bio-bibliografica del presidente dei Circoli Dossetti

Giovanni Bianchi a Mosca

Nato a Sesto San Giovanni (Milano) nel 1939. Laureato in Scienze politiche presso l’Università Cattolica di Milano, con una tesi sui Paesi afro-asiatici, ha poi conseguito l’abilitazione in Filosofia e storia, materie che ha insegnato  nei Licei.

Ha collaborato brevemente in qualità di redattore al quotidiano cattolico L’Italia, quando ne era direttore Giuseppe Lazzati. Nello stesso periodo partecipa – col Centro “Ricerca” di Sesto S. Giovanni – all’attività di aggiornamento culturale che anima la Chiesa del Concilio e del post-Concilio.

Eletto nelle liste della DC, fino al 1969 è consigliere comunale, a Sesto San Giovanni, occupandosi di problemi della scuola.

La fine degli anni Sessanta e i primi anni Settanta lo vedono, inoltre, impegnato nel lavoro di animazione sociale e culturale sul territorio ed in ambito pubblicistico, e nelle dinamiche sociali e sindacali del periodo: fonda a Milano, con Sandro Antoniazzi e Bruno Manghi, il “Centro Operaio”, di cui dirige i “Quaderni”.

E’ iscritto alle Acli e prende parte al Congresso di Cagliari  (1972); viene, successivamente, eletto Presidente Regionale delle Acli Lombarde e riconfermato per più mandati. In questa veste organizza i grandi incontri di dibattito e di studio “Cristiani e internazionalismo” (Milano 1973) e “Ispirazione cristiana, cultura cattolica, azione politica”(Bergamo, 1975).

Svolge, nel frattempo, una intensa attività pubblicistica, occupandosi di temi legati al movimento operaio, alla condizione giovanile, all’associazionismo, alle dottrine sociali e politiche, alla storia delle culture popolari. Collabora con riviste quali “Animazione sociale”, “Testimonianze”, “Rocca”, “Il Tetto”, “Rivista di teologia morale”, “Quaderni di Azione sociale” e partecipa all’itinerario del periodico “Pianura” (ricerche e analisi linguistiche) e poi di “Container”.

Dal 1987 dirige la rivista di spiritualità e politica “Bailamme”.

Lungo tutti questi anni raduna attorno a sé un gruppo di giovani, impegnandolo, per militanza sociale e volontariato, in un lavoro comune di elaborazione socioculturale, educativa, teologica e politica; parte del lavoro editoriale di quegli anni, fino all’inizio degli anni Novanta, è firmato a due o più mani. Forti legami ed esperienze comuni sussistono anche negli itinerari di politica ed azione sociale.

Chiamato a far parte della Presidenza Nazionale delle Acli dopo il congresso di Roma (1985), assume la carica di Vice Presidente nazionale, con l’incarico alla formazione. Il Consiglio nazionale delle Acli lo elegge Presidente nazionale il 30 maggio 1987, viene riconfermato dopo il Congresso nazionale di Milano (1988) e dopo il Congresso nazionale di Roma (1991).

Particolarmente intenso è il rapporto con il teologo padre Marie Dominique Chenu, domenicano, francese, esponente di spicco del rinnovamento tomistico e della nouvelle théologie, ascoltato perito al Concilio Vaticano II. E’ del teologo francese l’invito alle Acli a ripensare il lavoro e il movimento operaio come luogo teologico.

Dal 1994 è Deputato al Parlamento nelle file del Partito Popolare Italiano – di cui è tra i nuovi fondatori – per la XII Legislatura e di nuovo, dal 1996, per la XIII Legislatura. Fa parte della Commissione Esteri della Camera dei Deputati ed è stato relatore della legge per la remissione del debito estero. E’ stato segretario della Camera dei Deputati.

Del PPI è stato Presidente nazionale nel 1995 -1996; dal 1996 al 1999 è stato membro della Direzione del Partito. E’ stato segretario  regionale lombardo del PPI fino al suo scioglimento  nella Margherita.  Nel 2008 ha guidato come segretario il PD milanese

E’ fondatore e presidente del Circolo  Dossetti di cultura e formazione politica nato a Milano nel 2000.  Dal 2004 è presidente del CESPI  (Centro Studi Problemi Internazionali) con sede in Sesto San Giovanni e dal 2012 ha assunto la carica di Presidente dell’associazione nazionale Partigiani Cristiani.

La sua attività pubblicistica ha trovato espressione, in parallelo con il canale di periodici e riviste, in una serie di volumi (alcuni in collaborazione) che attraversano generi e ambiti editoriali diversi.

Bibliografia di Giovanni Bianchi

In ambito narrativo:

  • L’apprendistato, Coines, Roma 1975
  • Al Dio volpe (con Renato Seregni), Cens, Milano 1993
  • La stupidità dei navigli, Giunti-Camunia, Firenze 1997
  • Tifo, Aranblu editore, Roma 2000
  • Il perimetro dell’acqua (con Renato Seregni), lo scriptorium, Cernusco sul Naviglio 2002
  • Lectio Mundi, Marietti 2005
  • Hinterland. Racconti sestesi. Marna, Lecco  2006
  • Ruggine va bene, Marma, Lecco 2007
  • Brianzastyle, Marna, Lecco 2008
  • Lo smog non tramonta, Nuove Scritture, Milano 2013
  • La vita lesta. Racconti sestesi, Eremo e Metropoli, eBook www.circolidossetti.it, 2014
  • Le compagne, Nuove Scritture, Milano 2016
  • Rapsodia sestese, la Vita Felice, Milano 2016

In poesia:

  • E’ così stupido vivere di carta, il Periplo, Milano 1973
  • Belle lettere (con S. Vassalli). El Bagatt, Bergamo 1979
  • La cicatrice in archivio, Forum / Quinta Generazione, Forlì 1984
  • La cosa umana, Cens, Milano 1991
  • L’oro di Dongo, Cens, Milano 1992
  • Un tempo scarso, Cens, Milano 1994
  • Aeronavis celerrima, Cens, Milano 1995
  • Via Oriani, Signum edizioni d’arte, Milano 2001
  • La lingua arrugginita, Scriptorium, Milano 2003
  • Versi operai.doc, ilmiolibro.it, Roma 2008
  • Contrattempi dell’etica semplice, ilmiolibro.it, Roma 2008
  • La montagna di sapone, ilmiolibro.it, Roma 2008
  • La vita interiore, Marna, Lecco 2009
  • Muse periferiche e perplesse, Marna, Lecco 2010
  • Due Americhe, Odissea, Milano 2011
  • La selva dissolta, ilmiolibro.it, Roma 2012
  • L’inutilità delle mappe, Nuove Scritture, Milano 2014
  • Metacronache, Eremo e Metropoli, eBook www.circolidossetti.it, 2014

Saggistica

  • L’Italia del dissenso, Queriniana, Brescia 1969
  • Giovani tra classe e generazione, Celuc, Milano 1973
  • Cristiani e internazionalismo, Coines, Roma 1974
  • Introduzione alla sociologia politica, Centro Studi Terzo Mondo, Milano 1975
  • Cultura cattolica e egemonia operaia, Coines, Roma 1976
  • “Voci” disciplinari nel  Dizionario di sociologia, Paoline, Milano 1976 (e 1987)
  • Dio in pubblico, Queriniana, Brescia 1978
  • Storia del movimento operaio italiano, Borla, Roma 1978
  • Il futuro della fede nelle attese dei giovani, Cittadella, Assisi 1978
  • Sulle vie della pace e della non-violenza, Borla,  Roma 1981
  • La pace, Cens, Milano 1982
  • Prometeo al bivio, Cens, Milano 1983
  • Luigi Sturzo e la tradizione cattolico popolare, Morcelliana, Brescia 1984
  • I cattolici nella transizione, Cens, Milano 1984
  • Simone Weil e la condizione operaia, Editori riuniti, Roma 1985
  • Per una teologia del lavoro nell’epoca attuale, Dehoniane, Bologna 1985
  • Due crudeltà, El Bagatt, Bergamo 1986
  • Dalla parte di Marta. Per una teologia del lavoro, Morcelliana, Brescia 1986
  • Le ali della politica, Morcelliana, Brescia 1987
  • Per una educazione alla pace, Piemme, Casale Monferrato 1987
  • Dopo Moro, Sturzo, Morcelliana, Brescia 1989
  • Al Dio feriale. Teologia minima, Morcelliana, Brescia 1990
  • Rigore e popolarismo, Cens, Milano 1992
  • (con altri) Il processo politico, SEI, Torino 1992
  • Etica e politica, Cens, Milano 1993
  • Ma Dio abita sulla terra?, Cens, Milano 1994
  • Popolarismo, Cens, Milano 1994
  • L’ostinazione dei popolari, Cens, Milano 1995
  • Maestri possibili. Figure di cristiani del XX secolo, Ancora, Milano 1997
  • La maledizione del centro, Cens, Milano 1998
  • I mulini degli dei, Editori Riuniti, Roma 1999
  • Nell’attesa, Marietti, Genova 2000
  • Politica verticale?, Accademia degli Incolti, Roma 2001
  • Primi in tutto, Franco Angeli, Milano 2002
  • Nel Paese degli atei devoti, Editori Riuniti, Roma 2002
  • Margherita perché e per chi?, Edizioni Camera dei Deputati, Roma 2002
  • Dissoluzione di un confine, Edizioni Camera dei Deputati, Roma 2002
  • Giuseppe Dossetti: anche la storia può sbagliare, Edizioni Camera dei Deputati, Roma 2003
  • L’idea popolare (con Lorenzo Gaiani), Editrice Monti,  Saronno 2003
  • Pasqua e Pasque in La Pira, Dossetti e Quinzio, (con Pino Trotta), Servitium, 2005
  • Testimoni e maestri, materiali per un laburismo cristiano, Scriptorium 2005
  • Lectio mundi, Marietti, Genova 2005
  • Neoapocalittica e neopaganesimo, Marna, Lecco 2007
  • Martini politico e la laicità dei cristiani, San Paolo, Milano, 2007
  • Etica e politica nella globalizzazione, Scriptorium, Milano 2008
  • Necessita e occasione del Partito Democratico, Gaffi Editore, Roma 2008
  • Falsa partenza, ilmiolibro.it, Roma 2009
  • Solo la sinistra va in Paradiso, San Paolo, Milano 2009
  • L’Europa che verrà, Editrice Monti, Varese 2009
  • (con altri) Creare soggetti. In dialogo con Bepi Tomai, Diabasis, Reggio Emilia 2009
  • (con altri) Dialoghi con Zaccagnini, Edizioni Studium, Roma 2009
  • (con altri) La responsabilità dei cristiani nella vita sociale e politica, supplemento al n. 4 della
  • Rivista Pastorale Reggio Calabria, 2009
  • (in Mario Lancisi) Gino Strada. Dalla parte delle vittime, Piemme, Milano 2009
  • (inserto) Il laburismo dei cattolici, in  Enne Effe, Roma 2010, nn. 2-3-4-5
  • Non addomesticate mammona, Marietti, Genova-Milano  2011
  • “Pianura”: dilatazione di una metafora in a cura di Adriano Accattino, I fuochi di Pianura,
  • Edizione fuori commercio, Ivrea 2011   
  • Attraversare il disordine (quattro cartelli indicatori), Odissea, Milano 2012
  • Cercare maestri, Edizioni nuove scritture, Press Point, Abbiategrasso (Milano) 2012
  • Politica o antipolitica? Tra passione e qualunquismo, Cittadella, Assisi, 2013
  • con Raffaello Ciccone, Il lavoro come ordinatore, Eremo e Metropoli, eBook www.circolidossetti.it, 2014
  • Introduzione a Ripensare l’Europa dalle fondamenta, a cura di Cristina Carpinelli e Vittorio Gioiello, Mimesis, Milano 2014
  • A che punto siamo col cattolicesimo democratico, in a cura di Sandro Antoniazzi, Passato e futuro del cattolicesimo democratico, Cittadella, Assisi 2015
  • con Giuseppe Trotta, Dossetti rimosso. Note per una rivisitazione del pensiero politico, Jaca Book, Milano 2016
  • Incontenibile Turoldo, in AA.VV., Tempo senza profeti, Nuove Scritture, Milano 2016
  • Può l’Europa accogliere se stessa? Prefazione a Cristina Carpinelli e Massimo Congiu, L’Unione Europea e le minoranze etniche, Made in the USA, Charleston, SC 2016
Questa voce è stata pubblicata in Documenti NSC. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Giovanni Bianchi se n’è andato

  1. Maurizio Gentilini scrive:

    Suo ultimo libro: Partigiani senza fucile, Jala book, 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *