In un libro prezioso i 50 anni di Adista

50 anni, un libro per fare memoria, per costruire futuro

50 anni, un libro per fare memoria, per costruire futuro

Tratto da: Adista Notizie n° 45 del 30/12/2017

39193 ROMA-ADISTA. “50 anni alla sinistra del Padre” è stato il titolo del convegno che Adista ha organizzato, in occasione delle “nozze d’oro” con i suoi lettori, il 9 e 10 dicembre scorso. Ma è anche il titolo di un libro, che è stato appena pubblicato e che racconta per filo e per segno come è cambiata l’informazione religiosa, la società e la Chiesa negli anni che vanno dal 1967 al 2017. Il libro (Adista 1967-2017; 50 anni alla sinistra del Padre, a cura di Valerio Gigante, 2017, Aldo Primerano edizioni, pp. 198, euro 10; il libro può essere richiesto ad Adista, tel. 066868692; email: abbonamenti@adista.it; o acquistato presso la nostra libreria online, www.adista. it), viene introdotto da due significativi testi, scritti da vescovi particolarmente vicini al mondo conciliare e progressista. Il primo è di mons. Raffaele Nogaro, già vescovo di Caserta, in prima linea sui temi della pace, dell’ambiente, del lavoro ed esponente di quella parte minoritaria della gerarchia cattolica che ha testimoniato con coraggio e coerenza una visione diversa della Chiesa italiana negli anni in cui era egemone quella del card. Camillo Ruini; l’altro è di mons. Luigi Bettazzi, padre conciliare e tra i primi vescovi ad avviare un dialogo tra gerarchia cattolica e sinistra comunista. Segue il lavoro di due storici della Chiesa (e “storici” amici dell’agenzia), Anna Carfora e Sergio Tanzarella, che raccontano – in un saggio rigoroso e documentato, ma al contempo agile e divulgativo – la temperie culturale ed ecclesiale degli anni dell’immediato post Concilio, quelli in cui nacque Adista, assieme a tante altre realtà del cattolicesimo di base e del cristianesimo progressista. Nel libro trovano poi spazio i brevi saggi che un altro storico, Alessandro Santagata (collaboratore di Adista e del quotidiano il manifesto), ha scritto durante il 2017 per spiegare come l’informazione di Adista abbia trattato alcuni grandi eventi che hanno attraversato la Chiesa e la politica negli ultimi 50 anni: dalla rottura dell’unità dei cattolici in politica alla questione degli Euromissili; dal referendum sul divorzio ai Cristiani per il Socialismo; dal Social Forum di Genova (2001) alle questioni etiche sollevate dai casi Welby ed Englaro.

Il volume presenta quindi una serie di cronologie ragionate, anno per anno, di tutto quello che di significativo è avvenuto in Italia, nel mondo, nella Chiesa, tutte corredate da una antologia di articoli comparsi sulle annate di Adista. Completa l’opera una serie di foto, tra cui anche quelle di alcune storiche copertine della testata.

Nel complesso, quindi, quello sui 50 anni di Adista è un libro prezioso ed importante; non solo perché giunge in una fase storica in cui la memoria ha davvero la necessità ed il dovere di essere preservata, ma anche perché analizzando criticamente il tempo già trascorso, i punti di vista, i dibattiti e le polemiche, i conflitti e le alleanze, quest’opera contribuisce a restituire consapevolezza ed orgoglio del cammino già percorso (da Adista, certo, ma soprattutto dagli uomini e dalle donne che di quella grande stagione di attese e speranza, vittorie e trasformazioni, nella società come nella Chiesa, sono stati i protagonisti, spesso oscuri) e di quello che è ancora necessario fare.

Questa voce è stata pubblicata in Documenti NSC. Contrassegna il permalink.

Una risposta a In un libro prezioso i 50 anni di Adista

  1. Giuseppe Sannolla scrive:

    LASCIA IL SACERDOZIO, SI SPOSA E DIVENTA PADRE: LA STORIA DI GIUSEPPE SANNOLA
    10 marzo 2017 – EVENTI

    “Ricordiamo per comprendere: sfogliando il libro delle mie inquietudini” è il volume di Giuseppe Sannolla, già parroco di Fasano che ha smesso l’abito talare per diventare marito e padre e risiedere attualmente in Umbria.
    Il libro, edito da Schena, sarà presentato sabato 18 marzo alle ore 17 nella Sala di rappresentanza del Palazzo municipale, a Fasano, in un incontro pubblico organizzato dal Comune in collaborazione con la stessa casa editrice. Interverranno, oltre allo stesso autore e all’editrice Angela Schena, il teologo e scrittore Giovanni Franzoni, il direttore della rivista online “Formiche.net” Michele Arnese e lo psicologo e scrittore Domenico Legrottaglie (che ha prefatto il volume).
    Moderata dall’avvocato e giornalista Martino Grassi, la serata rivelerà il volume di Sannolla che è, sostanzialmente, il racconto su due piani narrativi (che si intersecano fra loro) dell’autobiografia dell’autore e del Concilio Vaticano II che, nel convincimento di Sannolla, la Chiesa ancora oggi non ha applicato interamente nel suo mandato pastorale. Così, lungo le pagine del libro, Sannolla descrive la sua formazione teologica e culturale alla celebre Pontificia Università Gregoriana, a Roma, contestualmente a quella che lo stesso autore definisce “rivoluzione” in atto nella Chiesa cattolica di quegli anni (i primi dei Sessanta) alle prese proprio con il Concilio Vaticano II.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *