“Lavoro per i migranti, lavoro per tutti” incontro a Milano il 27 maggio

“Lavoro per i migranti, lavoro per tutti”

Convegno: sabato 27 maggio 2017, ore 9.30 – 17,30

Milano, Palazzo Marino – sala Alessi, piazza della Scala 2 (MM1, MM3, fermata Duomo)

Il convegno nasce dalla convinzione che sia il lavoro l’elemento fondamentale alla base della possibilità di integrare nella nostra società le decine, centinaia di migliaia di persone che bussano alla nostra porta, o che già da tempo risiedono in italia, e che vi siano politiche in grado di assicurare un lavoro dignitoso a italiani e immigrati finalmente cooperanti e non contrapposti gli uni agli altri, che vi sia, cioè, la possibilità e la necessità di una grande battaglia politica, e prima ancora culturale, per cambiare le cose nel nostro paese e in Europa, e che l’arrivo di tanti profughi possa aiutare, e non rallentare, questa lotta per la trasformazione della società.

E’ ormai pacifico che la presenza e il lavoro degli immigrati arricchisce la società che li riceve (anche demograficamente e culturalmente, ma fermiamoci pure al solo aspetto economico), e tutti gli studi mostrano che non solo non “ci rubano il lavoro”, e non deprimono i livelli salariali, ma anzi creano, direttamente o indirettamente, nuove occasioni di lavoro, per immigrati e autoctoni.

Anche un afflusso particolarmente consistente e in tempi brevi, purché ben governato, può portare rapidamente a risultati positivi, come dimostrano esperienze recenti, anche in Europa.

Naturalmente il presupposto per una positiva integrazione dei nuovi arrivati è che si realizzino politiche di accoglienza e politiche per lo sviluppo e l’occupazione.

L’esigenza di una politica di accoglienza non emergenziale volta a facilitare l’inserimento dei migranti nel tessuto sociale dell’Italia e nel mondo del lavoro è al centro della proposta di legge di iniziativa popolare “Nuove norme per la promozione del regolare soggiorno e dell’inclusione sociale e lavorativa di cittadini stranieri non comunitari” e vivrà due importanti momenti nella grande manifestazione in preparazione a Milano per il prossimo 20 maggio e nel convegno in programma il 24 maggio all’Università, “Accogliere emergenze, promuovere diritti”.

Noi vogliamo offrire un contributo di riflessione e di approfondimento sull’altro versante, quello del lavoro, proponendo politiche volte a offrire a tutti occasioni di lavoro, ovviamente alternative a quelle neo-liberiste rivolte ai mercati. Politiche in grado di assicurare:

il lavoro che non c’è e che potrebbe esserci,

il lavoro dignitoso garantito dall’art. 36 della nostra Costituzione,

il lavoro come strumento di integrazione e fonte di ricchezza per il paese.

Interverranno al convegno esperti dei problemi dell’immigrazione, economisti, militanti delle associazioni di difesa dei diritti dei migranti.

Per informazioni: Convegno.lavoropertutti@gmail.com

E’ gradita la registrazione: https://goo.gl/forms/hFfEwcYwSf0vBYoX2

 

 Convegno

“LAVORO PER I MIGRANTI, LAVORO PER TUTTI”

Milano, 27 maggio 2017

ore 9.30-13, 14.30-17.30

Sala Alessi di Palazzo Marino

piazza della Scala 2 (MM Duomo)

 Organizzato da:

Associazione Diritti e Frontiere (ADIF)

Costituzione Beni Comuni

Milano in Comune

PROGRAMMA

9.30: Registrazione

PRIMA PARTE

Coordina i lavori Mattia Vitiello

 9.45 – 10.15:

 Introduzione

Basilio Rizzo, consigliere comunale, Milano in Comune

Saluto

Piero Basso, Costituzione Beni Comuni

Lavoro per i migranti, lavoro per tutti

10.15 – 11.15: 

  1. Il lavoro degli immigrati in Italia

 Enrico Pugliese, ordinario di Sociologia del lavoro, Università La Sapienza

Gli immigrati nel mercato del lavoro in Italia: situazione e condizioni di lavoro, lotte e prospettive

Sergio Vergalli, docente di Economia e management, Università di Brescia

Il contributo del lavoro immigrato all’economia nazionale

Maria Paola Nanni, IDOS

L’imprenditoria migrante

11.15 – 12.15:

  1. Sfruttamento e lavoro nero

Daniela Padoan, scrittrice e saggista, ADIF

Morire di clandestinità

Antonello Mangano, Terrelibere

Dividere la torta o contendersi le briciole? Braccianti, filiera, agromafie e caporalato

Vincenzo Mazzeo, già coordinatore lavoratori merci, logistica e cooperative, FILT-CGIL

Sfruttamento e auto-organizzazione dei lavoratori della logistica

12.15 – 12.45: Dibattito

12.45 – 14.00: Intervallo

SECONDA PARTE

Coordina i lavori Daniela Padoan

14.00 – 15.00: 

  1. Politiche italiane ed europee sul lavoro migrante

 Fulvio Vassallo Paleologo, avvocato, presidente ADIF

Migranti economici: una categoria per discriminare

Sergio Bontempelli, ADIF

Le barriere all’inserimento lavorativo dei migranti: un bilancio del Testo Unico Immigrazione

Alessandra Ballerini, avvocato, ADIF, Terre des Hommes

Cercavamo braccia e sono arrivati uomini (e donne, e bambini)

 15.00 – 16.00:

  1. Esperienze e prospettive

Federico Oliveri, Università di Pisa

Non guerra tra poveri ma solidarietà tra sfruttati

 Roberto Schiattarella, docente di politica economica, Università di Camerino

Attualità del New Deal

Guido Viale, economista, Laudato si’

La trappola dei lavori socialmente utili

 16.00 – 16.30: Dibattito

16.30 – 17.30:

  1. Conclusioni

Coordina i lavori Enzo Mingione

Don Virginio Colmegna, presidente della Casa della Carità

Verso una proposta di legge di iniziativa popolare

Giorgio Lunghini, Accademia nazionale dei Lincei, Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia

Lavoro e bisogni sociali

Corrado Mandreoli, segreteria Camera del Lavoro

Difendere il lavoro e integrare i lavoratori migranti

Piero Basso, Costituzione Beni Comuni

Progetti per il futuro

Verrà messo a disposizione dei partecipanti il Dossier Statistico Immigrazione 2016, realizzato da Idos in partenariato con Confronti, con il sostegno dei fondi Otto per Mille della Tavola Valdese – Unione delle chiese metodiste e valdesi e la collaborazione dell’UNAR/Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Documenti NSC. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *